Scritti d'una studienti di lingua corsa

Home      Altri scritti
(Lasceti u topu annantu a fot p vede u titulu.)

Frivaghju 2021


Cuntrastu : Saria qu l'amori?

À miziornu mi h purtatu u mazzulu di mimus a sera h ghjuntu c un mazzulu di scopa secca. Ci h almenu dui maneri di cunsider 'ssi maghjini.

Prima vecu a divuzioni di quiddu ch piglia un mumentu di u so tempu, videndu qualcosa annant' a so strada. Si dici ch faria piac un tali, s'arreghji p tagli ni dui rami dopu u li porta stu mazzulu tinendu lu com' un ghjovanu arrichendu un mazzulu di rosuli a so innamurata.

In la fot a storia sana n si vedi micca ma i so rigali s sempri di staghjoni venini sempri da a natura, mai da u cumerciu: una stacca piena di castagni, una bracciata di legnu di castagnu, una manata di funzi, meli bastardi p a cunfittura o, cum' in 'ssu mumentu, spragi salvatichi.

A mimus, a sapemu, riscalda u cori : c u so culori vivu, u so prufumu prununziatu, h unu di i primi cenni di u veranu, di a prumessa di u caldu ch'h da ghjunghja u binist din.

P certi u piac di riceva un mazzulu di scopa morta p essa pi oscuru. Inveci tutti quiddi ch scaldani a casa c u sciamin capscini subbitu subbitu a gioia a vista di 'ssi rami spinti. C una manata di scopa secca n si p manc d'accende u focu senza strazi si.

A siconda manera d'analiz sti dui fot saria pi filusofica. Fora di quiddi ch stani in una rilazioni c l'anima suredda da a preistoria, a sapemu tutti ch li storii d'amori t'ani un iniziu una fini. Cumenciani c i lumi i culori spampillulenti f luccic l'ochji. Ci h u tempu di a sbucciata suvitatu da l'epuca di u spannamentu a gioia. P disgrazia, a natura h fatta cus ch u tempu di u spannamentu n p dur p u sempri beddu pristu vinar l'ultimu capitulu di a storia quand' tuttu si trasmuta in cinnara polvara: i fiori, l'alburi, i storii d'amori a ghjenti...




S' v truveti sbagli in stu testu ci voli